Blog
bougie parfumee rose Galimard

Come scegliere una candela profumata?

Luminose, calde, evocative di benessere e oggetti decorativi… Le candele profumate sono oggi molto importanti in casa. Ma cosa rende una candela diversa da un’altra? Scopri il know-how dietro le candele profumate e i nostri consigli su come sceglierle!

Uno sguardo alla storia delle candele

L’antenato della candela è… la candela! Risalente al 3000 a.C., era fatta per lo più di un bastone immerso nella cera animale chiamata sego. La candela veniva usata per l’illuminazione, ma c’era un grosso inconveniente: il sego emanava un odore molto sgradevole…

Nel Medioevo, la sua composizione cambiò gradualmente, e il sego fu sostituito dalla cera d’api, soprattutto per i signori e il clero, a causa della sua rarità.

Nel XIX secolo, la scoperta della paraffina e della stearina portò all’industrializzazione della candela, che iniziò ad essere profumata.

origine de la bougie parfumee - Galimard

Cos'è una candela profumata?

Una candela profumata è composta da uno stoppino e da cera contenente profumo.

Quando lo stoppino è acceso, crea una fusione sciogliendo la cera. La fragranza nella cera evaporerà poi con il calore e si diffonderà nell’atmosfera.

Quando si sceglie una candela, spesso ci si concentra solo sul profumo presente nella candela e annusato a freddo, mentre è la qualità della cera e dello stoppino che sarà responsabile della sua diffusione.

Una cera scadente deteriora l’odore del profumo e ne riduce la portata. Uno stoppino scadente creerà fumo e ridurrà la durata della candela.

Ecco i nostri consigli per riconoscere una buona candela, tenendo conto della cera, dello stoppino e della fragranza.

cire de bougie parfumee - Galimard

La cera della candela, un elemento da non sottovalutare

Cominciamo a passare in rassegna tutti i diversi tipi di cera utilizzati per le candele profumate:

  • Cera d’api: sempre più rara e quindi costosa
  • Cera vegetale: proviene da diversi tipi di piante (colza, palma, soia…), la sua qualità è molto variabile.
  • Cera minerale (paraffina): permette la migliore diffusione del profumo, ma come la cera vegetale, la sua qualità può essere molto variabile.

Ogni tipo di cera può quindi avere virtù diverse, e il lavoro del ceraio è quello di trovare la giusta miscela assicurandosi della qualità della materia prima. È così che la cera diventerà uno degli elementi che spiegano le differenze di prezzo tra le candele profumate.

I diversi stoppini delle candele profumate:

  • Stoppini sintetici: non sono naturali, e sono quindi sconsigliati per le candele profumate (soprattutto quando provengono da un paese extraeuropeo che potrebbe non rispettare le stesse norme in vigore).
  • Stoppini di legno: sono riconoscibili per il loro suono scoppiettante quando vengono accesi, che ricorda un camino. Non sono il miglior veicolo per diffondere il profumo, perché è difficile gestire la loro combustione.
  • Stoppini di cotone: questo è il miglior tipo di stoppino per le candele profumate! 100% naturali, intrecciati o tessuti, garantiscono la longevità alla tua candela e una buona diffusione del suo profumo.

Per scegliere la tua candela profumata e assicurarti della sua qualità, controlla che lo stoppino sia di cotone.

E infine... Il profumo della candela

Vi ricordate il nostro articolo sulla piramide olfattiva? Il profumo di una candela non è ovviamente composto da queste tre note poiché il suo odore è lineare, ma è comunque il risultato dell’ispirazione del profumiere, sempre alla ricerca di essenze di qualità e del perfetto equilibrio della composizione.

Ma proprio come c’è una differenza tra profumo, eau de parfum e eau de toilette, un buon profumo per una candela non significa necessariamente che una volta accesa, profumerà tutta la tua casa. Infatti, alcuni produttori di fascia bassa tendono a mettere il profumo solo sulla superficie della candela, in modo che sia un incentivo all’acquisto. Di conseguenza, una volta che la candela è accesa, non emana quasi nessun profumo…

matiere premiere bougie parfumee - Galimard

Infine, assicurati che il produttore sia conforme alle norme vigenti per le candele profumate. Nell’UE, e in particolare in Francia, la legislazione protegge i consumatori dai prodotti tossici che alcune candele possono contenere.

Hygge bougie parfumee - Galimard

Bonus: come puoi mantenere la tua candela più a lungo?

  • Lo stoppino: non dovrebbe mai essere più lungo di 1 cm per evitare di creare fumo, quindi non esita a tagliarlo. Evita anche di spegnere la candela: puoi mettere una copertura o un tappo sopra la candela in modo che si spenga naturalmente, senza danneggiare lo stoppino. Infine, non esita a rimuovere i depositi che si accumulano intorno al tuo stoppino con un fazzoletto quando è spento.

  • La cera: aspettare che tutta la superficie della candela sia liquida prima di spegnerla per evitare che diventi vuota. Per garantire che la candela bruci uniformemente, non metterla in una corrente d’aria.

Le nostre candele profumate Galimard:

Presentato in un bel vetro satinato, sprigiona una luce scintillante e rivela le sue generose fragranze per profumare la vostra casa. Da combinare con lo spray per ambienti e/o il diffusore di profumo.

Bougie parfumee Galimard
Da vedere anche
ExpoRose 2022

Expo Rose, edizione 2022: 50º anniversario

Senza tempo, occupa un posto privilegiato nella composizione dei profumi più famosi, è simbolo di femminilità ed eleganza, adorna i tavoli e magnifica i giardini e i bouquet… Dopo due anni di assenza la ROSA sarà di nuovo sotto i riflettori per tre giorni di festa a Grasse! Expo Rose celebra il suo 50º anniversario, […]

Ingredienti naturali e sintetici nei profumi: un vero dibattito?

Nel momento in cui si predica il biologico, l’etica e il ritorno al naturale, parlare di prodotti di sintesi nei profumi non ha molto buona stampa. È necessario un piccolo chiarimento per eliminare i pregiudizi. Il profumiere, o «compositore di profumi», dispone sul suo organo di centinaia di materie prime per creare i suoi profumi. […]

Eco-pascolo: vi presentiamo Christian!

Trovare un’alternativa alla manutenzione meccanica e chimica degli spazi, Galimard dice di sì! Nel quadro delle azioni condotte dalla Comunità di Agglomerazione del Pays de Grasse, ci impegniamo per l’eco-pascolo rappresentato dalla nostra mascotte Christian…  Ma chi è Christian? Dei Christian, ne conosciamo tutti, ma questo ha una particolarità… E per una ragione, ha una […]